rudere tramonto.JPG
Casa 34 Dicembre si affaccia sulla cala di Scalo Balordi a Piscità, il quartiere più caratteristico e residenziale dell’isola di Stromboli. La zona  è contraddistinta  da una successione di case bianche a ridosso del mare. In ragione della posizione strategica della casa è possibile godere di una straordinaria vista sia del mare che del vulcano.
Incisione 1
Incisione 1

press to zoom
Incisione 2
Incisione 2

press to zoom
1/2
Due antiche incisioni di Scalo Balordi
UN PO' DI STORIA... E UN PO' DI MITOLOGIA

Le Isole Eolie sono le isole del dio Eolo che ebbe da Zeus il compito di controllare i venti. Eolo li dirigeva e li liberava custodendoli dentro le caverne. La leggenda vuole anche che Eolo riuscisse a prevedere le variazioni del tempo osservando la nube di vapori che fuoriusciva da un vulcano attivo, probabilmente lo Stromboli.

Omero nell’Odissea narra che Eolo accolse Ulisse reduce dalla guerra di Troia. Ulisse approdò a Stromboli e, nei pressi di quello che per secoli fu poi chiamato Approdo di Ulisse (oggi Scalo dei Balordi), il dio Eolo, commosso dal racconto dell’eroe greco, gli fece dono di un otre di pelle dentro la quale erano rinchiusi i venti contrari alla navigazione. La leggenda vuole che durante il viaggio Ulisse fece soffiare solo il dolce vento Zefiro, ma mentre egli dormiva, i suoi compagni, credendo che l’otre fosse piena di tesori, l’aprirono liberandone i venti che scatenarono una terribile tempesta dalla quale si salvò solo la nave di Ulisse.

Col tempo quel tratto di spiaggia denominata Approdo di Ulisse cambiò il nome in Scalo dei Balordi a causa dei detenuti che venivano sbarcati proprio in quella spiaggia.

E giungemmo all’isola Eolia. Qui dimorava Eolo, caro agli dei, figlio di Ippota. L’isola errava nuotando. Un muro la cinge bronzeo; e liscia s’innalza una rupe. Dodici figli con lui nel palazzo vivevano. La casa odorosa riecheggia al suono dei flauti finchè il giorno dilegua; poi quando licenza gli chiesi di andarmen e non rifiutò, ma prese a cuore il mio viaggio; spogliò delle cuoia un bove novenne un otre ne fece, e dentro vi chiuse dei venti ululanti le vie: custode l’aveva dei venti fatto il cronide, e poteva quieti tenerli o incitarli a sua voglia. Nella concava nave con lucida fune, argentea, l’otre legò, di guisa che fuori neppure un alito uscisse; ma solo il soffio di Zefiro per me liberò che la nave benigno spingesse per noi” (Odissea, libro X, vv 1-25).

To play, press and hold the enter key. To stop, release the enter key.

press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
press to zoom
Stromboli (Terra di Dio) è un celebre film del 1950 diretto da Roberto Rossellini e interpretato da Ingrid Bergman. Queste immagini sono state scattate a Scalo Balordi.